lənkəran farm

Lankaran, Azerbaijan
Progetto paesaggistico e architettonico
2015

con:
Argot ou La Maison Mobile
PN Studio – Progetto Natura
PETRA Geological consulting

Il masterplan di Lankaran propone una stretta integrazione tra principi agronomici sostenibili coerenti col quadro fitoambientale e impianti geometrici e di disegno del paesaggio. L’intera matrice produttiva è innervata di ecostrutture che al contempo scandiscono il paesaggio e producono la peculiarità dei luoghi, seguendo i principi della permacoltura. A nord si sviluppa una piantagione di tè di circa 15 ettari, organizzata su fasce ellissoidali interrotte da filari ombreggianti e da fasce boscate per la produzione di foraggio, la biodiversità e la regolazione microclimatica. Le ecostrutture preesistenti vengono mantenute e rafforzate per favorire l’attraversamento della proprietà da parte della fauna selvatica.
L’accesso principale alla Casa e alla proprietà, pur ricadendo su un tracciato esistente, è l’asse sul quale si organizzano gli interventi più geometrici, oltre all’ellisse del tè i punti di raccolta della feijoa. La piantagione di feijoa, nella parte sud del territorio, ha un andamento a girapoggio e prevede il soil cover per contenere l’erosione del suolo. Le fasce frangivento sono essenziali per la produzione Agricola, il regolamento microclimatico e la biodiversità; inoltre, fanno parte del progetto di paesaggio e di lettura del progetto dai pendii circostanti.