gli scambi ai margini

Ecotoni, processi e limiti del paesaggio di Travedona Monate (VA)
Progetto di permeabilizzazione dell’area costiera

Travedona Monate (VA)
Progetto paesaggistico
[Tesi di laurea in Architettura Ambientale, Politecnico di Milano]
2013

*

L’analisi inizia dallo studio del pattern di base, che racchiude gli aspetti strutturali del paesaggio in esame. Scendendo di scala condurrà alla mappatura delle patches, le unità minime fondamentali, identificate come: lago / vegetazione ripariale / prato / seminativo / siepe-filare / bosco / antropizzato. L’area di contatto tra due patchesè l’ecotono, elemento di primaria importanza per questa analisi, che indaga a micro e macro scala i due gradienti tonali principali: l’antropizzazione sull’asse nord-sud e l’ecotono lacustre sull’asse est-ovest.
In seguito all’analisi a diverse scale, sono stati individuati interventi estesi (su scala macro) e puntuali (su scala micro). I primi riguardano il ripristino della vegetazione ripariale, del sistema di siepi e filari e di conseguenza la rilocalizzazione dei sottopassaggi e tunnel faunistici, tutto questo in un ottica di permeabilità e di scambi tra la costa e le patches più estese, che rientrano direttamente nel sistema della rete ecologica.
Gli interventi puntuali riguardano la progettazione di dettaglio del pontile/sottopassaggio, con l’intento di ricostruire il paesaggio ripariale e assicurare la massima fruibilità dello
stesso; il riprogetto degli elementi di confine delle proprietà (i corridoi tra le siepi a nord, la sostituzione delle recinzioni sulla costa con siepi miste di salici arbustivi) con lo scopo
anche in questo caso di permeabilizzare elementi sterili, convertendoli in strutture con la stessa funzione ma con elevato valore ecologico.